الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
venerdì 7 ottobre 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Khalihenna : Non c'è stato nessun genocidio al sahara

Il giornale "El Comercio" :due responsabili marocchini sono in visita a nostro paese(Peru) per esporre un progetto che mira a trovare una solluzione al conflitto complesso al sahara occidentale.



l'autonomia politica ai sahraoui sotto la sovranità del regno del Marocco A causa della situazione di immobilismo che conosce la cartella del Sahara, il Marocco ha elaborato una soluzione consensuale che presenterà tempestivamente alle Nazioni Unite. Il ministro marocchino degli affari esteri ed il Presidente del Consiglio Reale Consultativo degli Affari Sahariani Khalihenna Ould Errachid effettuano una visita nel nostro paese (il Perù) per presentare al governo peruviano la proposta del loro paese nel quadro di una visita che effettuano ai paesi dell'America latina.

Intervista El Comercio: Il conflitto del Sahara è uno della cartella i più complicati, è questa cartella che è, in parte, all'origine di questa visita…

Khailihenna Ould Errachid: Il regno del Marocco ha recuperato questa regione nel 1975 in seguito alla firma di un accordo con la Spagna, conformemente alle relazioni che hanno legato il nostro paese alla Spagna dopo il periodo del Protettorato. Tra il 1956 ed il 1975 abbiamo continuato a recuperare le regioni che restavano disperse alla fine del protettorato spagnolo. L'ultima regione che abbiamo recuperato era Sahara, a causa del conflitto frontaliere che avevamo con l'Algeria ed a causa della guerra fredda.

 El Comercio: chi si è trasformato in guerra Khalihenna Ould Errachid: Questo conflitto aveva molti aspetti, il primo era relativo alla guerra (1976 - 1991), il secondo (1991 - 2001) corrispondeva ai tentativi delle Nazioni Unite di procedere ad un referendum di determinazione auto nella regione. I due aspetti sono falliti. È per questo che questo conflitto è alle mani del Consiglio di sicurezza. Attualmente, non ci sono guerre. C'è un conflitto politico che è in un vicolo cieco. Per finirne con questo problema, è stato raccomandato ai due avversari di cercare una soluzione consensuale dove i due presenterebbero concessioni

El Comercio: Il Marocco ha una proposta Khalihenna Ould Errachid: Abbiamo un'iniziativa che non ha precedenti sul continente africano. Tenta di trovare una soluzione a questo problema, sulla base della stessa metodologia che ha servito a risolvere i conflitti in Europa occidentale, in altre parole offrire l'autonomia politica ai sahraouis perché possano gestire i loro affari sotto la sovranità del regno del Marocco.

Il Consiglio reale consultivo degli affari sahariani che presiedo ha aiutato la sua maestà Re Mohammed VI ad elaborare questo progetto che risponde alle aspirazioni storiche della maggioranza degli Arabi e che il Marocco intende presentare al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in aprile prossimo. È del resto in quel quadro che impegniamo concertazioni con i paesi fratelli ed amici per presentare loro il progetto e chiedere loro il loro parere.

El Comercio: Si tratta egli di iniziativa propriamente marocchina o è ciò che emana da contatti con la repubblica araba Sahraoui democratica?

Khalihenna Ould Errachid: Questo progetto è una petizione che presentiamo al Consiglio di sicurezza. La repubblica di cui parlate non esiste. È un mirage. Sahara è un territorio marocchino, quelli di cui parlate sono Polisario che è un movimento che rappresenta una minoranza trascurabile che si trova in un territorio esterno, in Algeria, essa non si trova alSahara.

El Comercio: Cosa è dunque la repubblica araba sahraoui democratica?

 Mohamed Benaissa: Questa repubblica non esiste. Non è membro delle Nazioni Unite, né della lega araba, non un solo paese europeo non la riconosce, né nessun paese asiatico, ed i due terzi dei paesi africani non la riconoscono. Nel continente americano ci sono soltanto sei paesi che la riconoscono. Non si può parlare della sovranità senza riconoscimento della Comunità internazionale. Tutti gli indipendenti usufruiscono di un riconoscimento dinanzi alla Comunità internazionale.

 Khalihenna Ould Errachid: È una semplice propaganda che Polisario fa circolare. Questa repubblica esiste soltanto su Internet, non esiste al Sahara.

El Comercio: Si parla di una serie di denunzie contro il Marocco, relative ad un genocidio dei sahraouis. Mohamed Benaissa: Non è così.

Khalihenna Ould Errachid: è il tipo di cose montate di qualsiasi parte da una stampa che non merita che vi si ferma. Il Marocco è un paese pioniere nel settore dei diritti dell'uomo nel mondo arabo ed in Africa. È un paese democratico che dispone di parti politiche, di una società civile e di istituzioni libere che proteggono i diritti dell'uomo. È un paese dove l'espressione è libera ed incoronata. Siamo, a questo proposito, un modello in Africa.

El Comercio: Ma il giudice Baltazar presiederà ad indagini sull'argomento.

 Khalihenna Ould Errachid: Si tratta di un'invenzione della stampa. Il giudice ragazzo non ha fatto alcuna dichiarazione alla stampa in questo senso. I mass media possono offrire informazioni esatte poiché possono, per una ragione o un'altra, fornire informazioni false. Come si può parlare di un genocidio proprio quando ci sono soltanto alcune centinaia di migliaia. Il Marocco si trova a due non dell'Europa ed il mondo intero li osserva. Come si sarebbero potuto nascondere un evento come il genocidio.

 El Comercio: Sembra tuttavia, abbastanza sconosciuto di fare circolare altrettante informazioni false.

 Khalihenna Ould Errachid: Quando c'è un movimento che diffonde questo tipo di informazioni, questi ultimi finiscono per apparire nei mass media o su Internet. Ciò ricorda completamente il caso della repubblica araba sahraoui democratica, qualsiasi persona che osserva da vicino quest'informazioni diffuse su Internet finisce da credere da che esiste realmente.

 

 Fonte : El Comercio


 -Notizia riguardo alla questione del Sahara Occidentale/Corcas-

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022