الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
lunedì 20 maggio 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Il Burkina Faso ha ribadito il suo sostegno all'iniziativa marocchina d'autonomia nel Sahara, che costituisce un'"alternativa credibile e realistica" per porre fine a questa controversia regionale.


Questa iniziativa, che il Consiglio di sicurezza ha definito seria e credibile, è conforme al diritto internazionale, alla Carta delle Nazioni Unite e alle risoluzioni del Consiglio di sicurezza e dell'Assemblea generale dell'ONU, ha sottolineato la rappresentante permanente aggiunta del Burkina Faso, Aminata Ouattara Cissé in occasione della riunione annuale del Comitato dei 24 dell'ONU tenutasi a New York.

Ha inoltre espresso il sostegno del suo paese al processo politico in corso, condotto sotto l’egida esclusiva del Segretario generale delle Nazioni Unite e che mira a raggiungere una soluzione politica, realistica, duratura e di compromesso alla controversia regionale sul Sahara, come raccomandato dalle 17 risoluzioni pertinenti del Consiglio di sicurezza dal 2007.

La diplomatica ha inoltre elogiato gli sforzi compiuti dall’Inviato personale dell’SG dell’ONU per il Sahara, Staffan de Mistura, volti a facilitare il rilancio del processo politico sotto gli auspici esclusivi del Segretario generale, in particolare le consultazioni bilaterali informali che ha tenuto, nel marzo scorso, a New York con tutte le parti interessate.

Compiacendosi dei notevoli progressi registrati in occasione delle due tavole rotonde tenutesi a Ginevra con la partecipazione dell’Algeria, del Marocco, della Mauritania e del Polisario, la diplomatica burkinabè ha ribadito il sostegno del suo paese agli sforzi del signor de Mistura volti a rilanciare tale processo con gli stessi attori delle precedenti e nello stesso formato, in applicazione della risoluzione 2602 del Consiglio di sicurezza. In tale contesto, ha ricordato la richiesta del Consiglio rivolta ai quattro attori affinché restino impegnati per un esito positivo del processo.

Ha inoltre salutato l’apertura effettiva da parte di 28 paesi di Consolati generali a Laayoune e Dakhla, con l’obiettivo di rafforzare le opportunità economiche e sociali che offre questa regione, in quanto hub di sviluppo, stabilità e influenza nelle regioni mediterranea, atlantica e africana. Come questi Paesi, nel 2020 il Burkina Faso ha aperto un Consolato generale a Dakhla, ha ricordato.

Dal punto di vista socioeconomico, il Burkina Faso ha accolto con favore i massicci investimenti effettuati dal Marocco a favore delle popolazioni del Sahara nel quadro del modello di sviluppo delle province meridionali lanciato nel 2015.

Questi investimenti hanno avuto un impatto positivo e duraturo sulla qualità della vita delle popolazioni, ha rilevato la diplomatica burkinabè, che ha salutato, allo stesso modo, il rispetto da parte del Marocco del cessate il fuoco e la sua piena e continua cooperazione con la MINURSO. A tale proposito, ha invitato le altre parti ad applicare integralmente il cessate il fuoco, poiché da esso dipendono la sicurezza e la stabilità dell’intera regione.

La conclusione è che trovare una soluzione politica a questa annosa controversia e una cooperazione rafforzata tra gli Stati membri dell’Unione del Maghreb arabo contribuirebbe senza dubbio alla stabilità e alla sicurezza dell’intera regione del Sahel.


-Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas-

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024