الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
martedì 23 aprile 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Il comunicato pubblicato venerdì sera dal ministero degli Esteri tunisino per cercare di giustificare a posteriori l'atto ostile e profondamente inamico delle autorità tunisine nei confronti della Prima Causa Nazionale e degli interessi superiori del Regno del Marocco, "contiene numerose approssimazioni e falsità", indica sabato il portavoce del ministero degli Affari esteri, della Cooperazione africana e dei marocchini residenti all'estero.


"Lungi dall'eliminare le ambiguità che circondano la posizione tunisina, non ha fatto che approfondirle", precisa il portavoce del ministero.

La TICAD non è una riunione dell’Unione africana, ma un quadro di partenariato tra il Giappone e i paesi africani con i quali intrattiene relazioni diplomatiche, aggiunge la stessa fonte, precisando che la TICAD fa, ad esempio, parte dei partenariati africani, come quelli esistenti con la Cina, l’India, la Russia, la Turchia o gli Stati Uniti, e che sono aperti solo agli Stati africani riconosciuti dal partner.

Di conseguenza, le regole dell’Unione africana e il suo quadro di lavoro, che il Marocco rispetta pienamente, non si applicano in questo caso, si sottolinea.

Per quanto riguarda l'invito dell'entità separatista alla TICAD-8, il portavoce del ministero tiene a precisare che è stato convenuto fin dall'inizio e con l'accordo della Tunisia, che potranno partecipare all'incontro soltanto i paesi che hanno ricevuto un invito cofirmato dal primo ministro giapponese e dal presidente tunisino.

Una nota verbale ufficiale diffusa dal Giappone il 19 agosto 2022 sottolinea esplicitamente che tale invito cofirmato è "l’unico e autentico invito senza il quale nessuna delegazione sarà autorizzata a partecipare alla Ticad 8", precisando che "tale invito non è destinato all’entità menzionata nella nota verbale del 10 agosto 2022", vale a dire l’entità separatista, si precisa la stessa fonte, aggiungendo che è in questo quadro che sono stati inviati 50 inviti ai paesi africani che hanno relazioni diplomatiche con il Giappone e che la La Tunisia non aveva quindi il diritto di stabilire un processo di invito unilaterale, parallelo e specifico all’entità separatista, contro la volontà esplicita del giapponese.

Il portavoce del ministero sottolinea inoltre che il comunicato della Tunisia mostra la stessa approssimazione sulla posizione africana. Questa posizione è sempre stata basata su una partecipazione inclusiva degli Stati africani, e non dei membri dell’UA. Essa si basa sulla decisione 762 del vertice dell’UA, che precisa che il quadro della Ticad non è aperto a tutti i membri dell’UA e che il formato è definito dalla stessa decisione e dagli accordi con il partner. Anche la risoluzione del Consiglio esecutivo di Lusaka del luglio 2022, si è accontentata di "incoraggiare l’inclusività" condizionandola al contempo "alla conformità con le pertinenti decisioni dell’UA", nella fattispecie la decisione 762, ha spiegato.

Per quanto riguarda la sostanza della neutralità e il riferimento del comunicato al "rispetto delle risoluzioni delle Nazioni Unite" in relazione alla questione del Sahara, ha rilevato che l'astensione sorprendente e inspiegabile della Tunisia in occasione dell'adozione della risoluzione 2602 del Consiglio di sicurezza, nell'ottobre scorso, getta un dubbio serio e legittimo sul suo sostegno al processo politico e alle risoluzioni delle Nazioni Unite.

Per quanto riguarda, infine, l'accoglienza riservata dal capo dello Stato tunisino al capo della milizia separatista, il portavoce ha notato che il riferimento ostinato del comunicato tunisino all'"accoglienza degli ospiti della Tunisia su un piano di parità" suscita la più grande sorpresa, sapendo che né il governo tunisino né il popolo tunisino riconoscono questa entità fantoccio. Essa testimonia un atto di ostilità palese e gratuita, che non ha nulla a che vedere con la "tradizione di ospitalità tunisina" che, in ogni caso, non può applicarsi ai nemici dei fratelli e degli amici che sono sempre stati al fianco della Tunisia nei momenti difficili.


- Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas-





























 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024