الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
sabato 20 aprile 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Il Marocco si batte contro le mafie internazionali e i loro complici separatisti

Gli ambasciatori africani accreditati in Marocco hanno salutato con grande gioia, domenica a Rabat, la politica migratoria condotta dal Regno, sotto la guida illuminata di SM Re Mohammed VI, ed espresso la loro piena disponibilità a collaborare con le autorità marocchine a questo proposito.


In tal senso, il decano del corpo diplomatico e ambasciatore del Camerun in Marocco, Mouhamadou Youssifou, ha indicato che il gruppo africano "apprezza grandemente il gesto di SM il Re Mohammed VI per l'inquadramento dei migranti in Marocco", ricordando l'iniziativa di regolarizzazione, iniziata nel 2013 grazie al gesto magnanimo di SM il Re, a favore dei migranti in situazione irregolare nel Regno.

"Questa politica migratoria del Marocco ha fatto sì che SM il Re fosse designato dall'Unione Africana (UA) Leader della migrazione in Africa", ha sottolineato in una dichiarazione alla stampa al termine di un incontro sulla questione migratoria tra responsabili del ministero degli Affari esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini residenti all'estero e del ministero dell'Interno e gli ambasciatori e rappresentanti del corpo diplomatico africano accreditato in Marocco.

Dopo aver condannato l’assalto dei clandestini a livello di Nador, Youssifou ha assicurato che i diplomatici africani si tengano, come in passato, al fianco delle autorità marocchine per porre fine a questa situazione.

"Come in passato, ci teniamo al fianco delle autorità marocchine per porre fine a questa situazione che non onora i nostri paesi e che non onora l’Africa in generale", ha sostenuto.

"Siamo pronti ad accompagnare SM il Re Mohammed VI per trovare una soluzione sostenibile alla questione dell'immigrazione", ha dichiarato, aggiungendo che il corpo diplomatico africano è pronto a lavorare con il Marocco per creare una sinergia d'azioni con i paesi africani.

Da parte sua, l'ambasciatore della Repubblica del Ciad in Marocco, Mahamat Abdel Rassoul, ha salutato la politica migratoria del Re, ricordando che il Sovrano ha dato le Sue Alte Istruzioni per mettere al riparo tutti gli stranieri e migranti che lavorano, studiano e vivono in Marocco.

"Viviamo in Marocco e sappiamo come i fratelli marocchini conducono la loro politica nei confronti dei nostri studenti, dei nostri migranti e dei nostri lavoratori nel Regno", ha affermato, ricordando che l'UA aveva affidato al Sovrano la gestione del dossier "molto pertinente e molto sensibile" della migrazione.

Ha inoltre riaffermato la determinazione del suo paese ad aiutare il Marocco nell'attuazione della visione reale volta a fare della cooperazione Sud-Sud il fondamento dell'unità africana.

In questo contesto, l’ambasciatore della Repubblica del Gabon, Sylver Aboubakar Minko-Mi-Nseme, ha sottolineato che il suo paese promuove la politica migratoria promossa dal governo marocchino sotto l’alta ispirazione di SM Re Mohammed VI, che Dio L’assiste.

"Stiamo lavorando con le autorità marocchine per sensibilizzare i nostri cittadini sul fatto che il Marocco sta solo proteggendo il suo territorio e che l’immigrazione illegale non può essere incoraggiata", ha assicurato.

Da parte sua, Mohamed Mahamoud Ben Labbat, ambasciatore del Mali a Rabat, ha salutato con grande favore la politica migratoria condotta sotto la saggia lungimiranza di Suo Maestà il Re Mohammed VI, che Dio lo preserva.

Quanto al ministro consigliere all'ambasciata dell'Unione delle Comore in Marocco, Housni Mohamed Abdou, ha affermato che Sua Maestà il Re Mohammed VI si adopera per perpetuare la politica di apertura del Regno e fare del Marocco una terra di accoglienza, rilevando che un numero importante di subsahariani studia, lavora e vive nel Regno.

"Siamo pronti a collaborare con le autorità marocchine", ha sostenuto Mohamed Abdou, ribadendo la solidarietà del suo paese nei confronti della politica migratoria condotta sotto la leadership di SM il Re, una politica altamente salutata e incoraggiata.




-Notizia alla questione del Sahara occidentale/Corcas-

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024