الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
venerdì 7 ottobre 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

A New York il Benin ha sottolineato che il piano d'autonomia presentato dal Marocco rappresenta "una soluzione di compromesso" alla controversia regionale sul Sahara.


"Il Benin prende atto con soddisfazione degli sforzi compiuti in questo ambito dal Regno del Marocco", ha sottolineato il rappresentante permanente del Benin all’ONU, Hermanne Araba, in occasione della riunione annuale del Comitato dei 24 (C24) dell’ONU, citando il piano di autonomia "che è una soluzione di compromesso".

Ha anche citato gli investimenti mobilitati a favore dello sviluppo socioeconomico delle province del Sud che "contribuiscono utilmente al benessere delle popolazioni" locali, anche in campo sanitario, con l’accesso ai vaccini nel quadro della lotta contro la pandemia della Covid-19.

Il diplomatico ha inoltre indicato che il suo paese sostiene gli sforzi dell'inviato personale del Segretario generale dell'ONU per il Sahara, Staffan de Mistura, volti alla ripresa del processo delle tavole rotonde, nello stesso formato e con la partecipazione effettiva degli stessi quattro attori, vale a dire l'Algeria, il Marocco, la Mauritania e il "polisario", conformemente alla risoluzione 2602 del Consiglio di sicurezza.

"Secondo il Benin, lo svolgimento a Ginevra, rispettivamente nel dicembre 2018 e nel marzo 2019, di due tavole rotonde, con la partecipazione dell'Algeria, del Marocco, della Mauritania e del +polisario+, costituisce da un lato un progresso certo negli sforzi volti a raggiungere il tanto auspicato compromesso e dall'altro un acquis che merita di essere capitalizzato e consolidato", ha sottolineato Araba.

Ha rilevato che il Benin "crede profondamente" nella possibilità e nella necessità di una soluzione consensuale e duratura della questione del Sahara, esprimendo a questo proposito il sostegno del suo paese agli sforzi dell'SG dell'ONU nonché le decisioni pertinenti del Consiglio di sicurezza che hanno tutte lo scopo di pervenire a una soluzione politica realistica, pragmatica e duratura, basata su un compromesso.

"Il raggiungimento di un consenso praticabile per la soluzione di questa questione sarà, come il Benin è convinto, un grande contributo per la stabilità duratura della regione del Maghreb e l'integrazione di questa regione e dell'Africa", ha proseguito.

Il diplomatico ha inoltre dichiarato che "il successo degli sforzi intrapresi" per risolvere questa controversia regionale dipende in larga misura dal pieno impegno di tutte le parti interessate.

Ha inoltre invitato "tutti i protagonisti a continuare a dimostrare un impegno attivo e incrollabile a favore della pace" esortandoli a dar prova di spirito di realismo e di compromesso e a rimanere risolutamente impegnati a favore della conclusione consensuale e felice del processo politico nel più breve tempo possibile.


-Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas-

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022