الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
mercoledì 26 gennaio 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Il consiglio consultivo reale per gli affatri del sahara si è riunito ieri soveranamente  per la prima volta a Rabat nella sua prima riunione dopo la sua nomina da parte del  il re Marocchino Mohammed  VI l'ultimo  25 marzo nel Laâyoune nel Sahara- province marocchine.



L'ordine del giorno comprende l'elaborazione di un ordine all'interno del consiglio che sarà presentato al re Mohammed VI, e la scelta dei nove vicepresidenti del presidente del consiglio che fungono da composizione per l'ufficio del consiglio.
Il sovrano Marocchino aveva nominato Khalihenna Ould Errachid, l'ex ministro del Sahara-affare, alla presidenza del consiglio e Maouelainin Maouelanin Ben Khalihenna, al segretariato generale.

I 141 membri si erano raccolti allora in una Commissione, per elaborare il progetto dell'ordine all'interno del consiglio che anche i propri membri si presentano, per confermarsi, ai sensi dell'articolo 14 degli Dahir reali, in modo decisivo per la fondazione del consiglio.

Inoltre Khalihenna Ould ha spiegato il presidente del consiglio consultivo reale per del Sahara-affare, allo Errachid, che l'unità della patria resterà a del Ould Errachid nel quadro della larghezza di spirito politico e nel quadro della partecipazione efficace nell'amministrazione degli affari generali la scelta véridique e la protezione unica per tutto Saharaouis, anche se la sua posizione e la sua posizione deviano reciprocamente, per fare tutta la conferma, aggiunta in più che Jenigen che girano lo slogan della segregazione, non collega l'unanimità su lui, e che sono più minorità.

Ould Errachid ha insistito in un discorso che ha tenuto nella sessione d'apertura del consiglio, sul fatto che, su che, noi anche perseveranza e che anche volontà "concentrarli dovere, che quella attività il consiglio e le sue iniziative riguarda, affinché possano essere riuniti con Ihrigen nella loro patria, e ciò si trova che nel ritorno dei nostri fratelli dei campi del Tindouf sotto forma civilizzata grazie alla comunicazione ed alla convinzione senza supplemento per portare la luce dietro la realtà e sottolineare il Marocco attuale, della quale la politica aperta del re Mohammed VI".

 Ould Errachid ha portato in una menzione che il consiglio consultivo reale per del Sahara-affare è una forza di proposta, e che è stato creato, per consultarla relativamente gli affari generali e privati che sono in relazione con la difesa dell'unità nazionale e dell'integrità territoriale del Marocco e lo sviluppo umano, economico e sociale integrato.

 Ould Errachid ha descritto che quello metterà una volontà reale i membri in stato di lavorare "con la serietà, dare, desiderio nazionale e con un autooubli e di esercitare la luce dietro le sue competenze zwangsfrei e senza ostacoli politici, amministrativi e burocratici il presidente del consiglio di Sahara-affare ha fatto l'indicazione che l'ultima visita del re Mohammed VI nelle province del sud ha costituito una svolta storica, visti il suo carico e simbolizzazioni politici, visto che che allinea delle ambasciate politiche chiare ai riguardati, in come fuori Marocco, e visto che che ha lasciato calmare e della fiducia futura con  i Sahariani."

Alla riunione, accanto ai membri del consiglio consultivo reale per del Sahara-affare, del Chakib Benmoussa, erano presenti ministro d'interno, Mohammed Benaissa, ministri degli esteri e di cooperazione, e Fouad Ali Hima, il ministro delegato d'interno. Interessare ai lavori del consiglio ha constatato che il ministro Hima basta, ha condotto interviste Rguibi a Khalili, il membro del consiglio, e con il padre del capo di prima di Polisario, Mohammed Abdelaziz.

Fonte:MAP

-Notizia riguardo alla questione del Sahara Occidentale /Corcas -

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022