الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
lunedì 20 maggio 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Il Comitato speciale incaricato del Sahara marocchino in Europa (CSCSME) ha invitato il giudice spagnolo Baltasar Garzon, che ha appena annunciato degli inseguimenti contro alcune personalità marocchine, di "meditare piuttosto" sulle violazioni dei diritti dell'uomo nei campi di Tindouf, in Algeria. 


Il giudice spagnolo dovrebbe "piuttosto meditare” sulla sorte di migliaia di bambini dei campi di Tindouf deportati a Cuba e pensare alla sofferenza dei genitori "straziati dallo sradicamento dei loro bambini", afferma il CSCSME in un comunicato di cui una copia è giunta martedì alla MAP.
 
Il Comitato stima che "sarebbe auspicabile che la giustizia spagnola aiuti a porre un termine" al calvario di questi bambini e dei loro genitori, "denunci i veri colpevoli" di queste violazioni dei diritti dell'uomo e "prenda una decisione ferma nei confronti di queste azioni disumane." 
 
L'atteggiamento del giudice spagnolo è di natura tale da "intricare" gli sforzi consentiti dal Regno per trovare una soluzione al conflitto del Sahara marocchino che è durato fin troppo, precisa la stessa fonte. 
Il comitato precisa infine che "solo l'autonomia, sotto sovranità marocchina, costituisce una via d'uscita onorabile a questo conflitto artificiale." 
 
Il CSCSME ha, peraltro, denunciato la visita dei Sovrani della Spagna ai presidi occupati di Ceuta e Melilla e si ritiene "molto scandalizzato da questo atteggiamento provocatore." 
 
Fonte: MAP 
- Notizia concernente la questione del Sahara occidentale - 

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024