الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
mercoledì 28 febbraio 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

L'Associazione Sahrawi per la Difesa dei Diritti Umani, basata in Spagna, ha denunciato la sottrazione dell'aiuto mandato dal governo delle Canarie alle popolazioni trattenute a Tindouf, dalle cosiddette "associazioni degli amici del popolo sahrawi" nelle Isole Canarie. 



L'ONG replicava, in un comunicato, all’Associazione delle Canarie di Amicizia col Popolo Sahrawi che ha criticato l’udienza accordata, recentemente a Tenerife, dal capo del governo autonomo, il Sig. Adan Martin Menis, ad una delegazione dell'Associazione Sahrawi per la Difesa dei Diritti Umani, e gli incontri che ha tenuto con altre personalità dell'arcipelago. 
 
Durante queste riunioni, il presidente dell'Associazione Sahrawi per la Difesa dei Diritti Umani, il Sig. Ramdan Masaoud, aveva chiamato ad un migliore controllo del denaro pubblico delle Canarie mandato a queste organizzazioni, a titolo di aiuto umanitario alle popolazioni trattenute a Tindouf, e ha chiesto l'apertura di un'indagine sulla destinazione di questi fondi. 
 
In questo comunicato, l'ONG che raggruppa delle ex- vittime del Polizzario e degli attori della società civile delle province del sud, indica che "questo aiuto annuo di  900.000 Euro è mantenuto da più di dieci anni, senza essere sottomesso a nessun controllo da parte di nessuna organizzazione internazionale". 
 
L'Associazione Sahrawi per la Difesa dei Diritti dell’Uomo ha posto l'accento sulla necessità di "spoliticizzare l'aiuto umanitario", destinato alle popolazioni trattenute da più di 30 anni in questi campi. 
 
Si è chiesta, a questo riguardo, "perché questi amici del Polisario e la direzione dei separatisti non organizzino delle elezioni libere nei campi di Tindouf per sapere, una volta per tutto, cosa pensa veramente il popolo sahrawi presente li.
 
"Perché l'Algeria ed il Polisario non permettono che l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati possa accedere a Tindouf e possa fare un censimento della popolazione che vive attualmente in questi campi", s’interroga l'associazione Sahrawi che fa notare inoltre che la cifra delle popolazioni che vive a Lahmada, dichiarata dal Polisario nel 1975, è uguale a quella dichiarata nel 2006, ossia 31 anni dopo. 

 -Attualità concernente la questione del sahara Occidentale-

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024