الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
giovedì 1 dicembre 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Gli Stati arabi, partner ed amici, hanno aderito pienamente e senza subire pressioni né contropartite, al progetto d’autonomia delle province del sud del Regno, che il Marocco intende sottomettere alle Nazioni Unite, ha sottolineato il sig. Mohamed Moatassim, Consigliere di SM il Re.



Gli Stati arabi, partner ed amici, hanno aderito pienamente e senza subire pressioni né contropartite, al progetto d’autonomia delle province del sud del Regno, che il Marocco intende sottomettere alle Nazioni Unite, ha sottolineato il sig. Mohamed Moatassim, Consigliere di SM il Re. 

Il progetto d’autonomia è basato sul rispetto della sovranità nazionale e consente delle ampie prerogative alle province del sud del Marocco, ha detto il sig. Moatassim, le cui parole sono state
riportate domenica dal giornale del Kuwait "Al Qabas." 

Il giornale ricorda che il sig. Moatassim e il sig. Mohamed Yassine Mansouri, Direttore Generale degli Studi e della Documentazione, inviati da SM il Re Mohammed VI al Capo di stato del Kuwait, hanno consegnato a Sua Altezza lo Sceicco Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah un messaggio scritto dal Sovrano. 

La missiva, aggiunge il giornale, porta sul progetto d’autonomia delle province del sud "che il Marocco intende sottomettere al Consiglio di Sicurezza fine marzo o inizio aprile prossimo." 
Soffermandosi sulla conferenza stampa del sig. Moatassim al termine di quest’udienza, il giornale riporta che il consigliere di SM il Re ha reso omaggio alla chiaroveggenza dell'emiro dello stato del Kuwait ed alla sua volontà di risolvere i problemi arabi". "Le relazioni tra i due paesi nei differenti campi sono rilevanti", si è rallegrato il sig. Moatassim, notando che "la sicurezza del Kuwait è legata alla sicurezza del Marocco e viceversa." 

"L'iniziativa marocchina che mira ad una risoluzione politica consensuale, secondo l’esigenza del Consiglio di Sicurezza" è stata accolta favorevolmente, ha detto il sig. Moatassim, rilevando che la fantasmagorica RASD non è riconosciuta dalla Lega Araba, né dall'Organizzazione della Conferenza Islamica, o dal Consiglio di Sicurezza o l'Unione Europea. 

Il Sahara fa parte integrante del Marocco, ha ricordato il sig. Moatassim, indicando che il Marocco si rifiuta al riscatto delle posizioni" e che l'autonomia sarà esercitata nel quadro di un paese unito. 
Gli abitanti del Sahara marocchino hanno già determinato la loro sorte ed espresso la loro soggezione al Re del Marocco", ha concluso il sig. Moatassim.

Fonte: MAP

-Attualità concernente la questione del sahara Occidentale-

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022