الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
venerdì 19 luglio 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Il Consiglio Reale Consultivo per gli Affari Sahrawi (CORCAS) ha chiuso, venerdì sera a Laâyoune, i lavori della sua sessione straordinaria, tenuta conformemente alle Alte istruzioni di SM il Re Mohammed VI.



In occasione di questa sessione, il Consiglio ha esaminato gli ultimi sviluppi della questione dell'integrità territoriale del Regno, alla luce dei negoziati diretti tra le parti interessate, tenuti il 18 e 19 giugno a Manhasset, agli Stati Uniti.

All’esito di questa sessione, è stata data lettura dal Segretario Generale del CORCAS, il Sig. Maouelainin Maouelainin Ben Khalihenna, di un messaggio di fedeltà e di lealtà inviato a SM il Re Mohammed VI dal Presidente del CORCAS, a nome suo ed a nome di tutti i membri del Consiglio.

In una dichiarazione alla stampa al termine di questa riunione, il Presidente del CORCAS, il Sig. Khalihenna Ould Errachid, ha affermato che questa sessione straordinaria, tenuta su ordine di SM il Re Mohammed VI per esaminare gli ultimi sviluppi della questione del Sahara, in particolare alla luce del primo round di negoziati che ha avuto luogo nella periferia di New York per la risoluzione definitiva di questa questione, è stata una opportunità per esporre i dettagli e lo svolgimento di questi negoziati.

"I dibattiti tra i membri del Consiglio sono stati costruttivi e si sono svolti in un clima di patriottismo", ha rilevato il Sig. Khalihenna Ould Errachid, aggiungendo che i membri del Consiglio hanno espresso il "loro appoggio al modo con il quale si sono svolti questi negoziati, ed alla posizione della delegazione marocchina di fronte al loro svolgimento."

I membri del CORCAS, ha proseguito, hanno espresso il loro sostegno alle posizioni ed iniziative di SM il Re per giungere ad una soluzione definitiva", aggiungendo che questa soluzione può concretizzarsi solo attraverso l'applicazione dell'iniziativa dell'autonomia "in quanto soluzione definitiva, giusta e globale, accettata da tutte le parti e considerata dal diritto internazionale come una forma reale di autodeterminazione."

"Vogliamo dire ai nostri fratelli del Fronte Polisario che devono sapere che la questione del Sahara esige molto realismo e capacità di compromesso per giungere ad una soluzione che soddisfi tutte le parti e che è, per di più, una forma di autodeterminazione", ha detto.

"Li chiamo, come ho fatto già a New York, a riconoscere che la risoluzione delle questioni politiche passa per il compromesso ed il consenso", ha aggiunto.

I lavori di questa sessione sono stati aperti venerdì alla fine del pomeriggio al Palazzo dei congressi di Laâyoune, in presenza dei Sigg. Chakib Benmoussa, Ministro degli Interni, e Fouad Ali El Himma, Ministro delegato all'Interno.

Fonte: MAP

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024