الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
sabato 25 maggio 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Notizie importanti

Il consiglio rappresenta una forza ed un meccanismo di proposta

Un gruppo di consiglieri dal Consiglio di Consulenza reale per gli affari sahariani profondamente ha accolto favorevolmente la nomina del consiglio completamente che spera che il Consiglio servisse da meccanismo di proposta e forza, permettendo agli attori differenti rappresentati nel Sahara per proporre tutto l'economico, sociale ed i problemi politici hanno sofferto nelle province del sud del regno.



Da un lato le dichiarazioni imembri del consiglio hanno espresso un profondo concezione del valore politico del consiglio in particolare che non c'é sia nessun mediazione tra esso, ed il re,questo gli dà una forza più grande che gli permette di trovare solluzioni effecienti per molti problemi,in particolareche la sua struttura del consiglio ha riflettuto una larga rappresentatività che ha coinvolto tutti e settori e le differenti massa della società sahraoui.

In generale tutte le dichiarazione hanno espresso il fatto che tutti i membri del consiglio sono pronti a fare tutti gli sforzi necessari che possano avvicinare la società internazionale alla realtà del conflitto artificiale attorno al sahara marocchino,e la difesa del progetto dell'autonomia in quanto la solluzione realistica e definitiva dei questo dossier.

Qui di seguito le dichiarazioni dei capi dei partiti politici e di potentialità della società civile:

Dichiarazione dei capi dei partiti politici al termine della nomina dei membri del Corcas da SM.

 

Il re Mohamed El Yazghi
L'Unione socialista delle forze popolari (USFP)

La nomina del Consiglio reale consultivo, oggi, è un evento importante, poiché il Consiglio creato, grazie alla sua composizione attuale, un equilibrio, non soltanto rispetto all'appartenenza tribale, ma anche rispetto all'importanza dei Chioukh, degli eletti, delle ONG, delle organizzazioni di giovani, di donna, che dispone ora di una rappresentazione coerente in seno al Consiglio. Così i bambini del Sahara potranno parlare ed è del dovere del governo, delle altre istituzioni di ascoltarle.

Abbas El Fassi
Partito dell’Istiqlal

 L'avviso della ristrutturazione del Consiglio consultivo Sahraoui, e la conservazione dei capi di tribù con l'apertura di questo Consiglio ai giovani, alle donne ed agli eletti, come pure l'allargamento delle sue competenze. Questo Consiglio disporrà di competenze ampie che riguardano lo sviluppo economico, sociale ed il bilancio della pianificazione… egli potrà discutere. Non decide, ma sarà consultato.
 
Smail Alaoui
Parte del progresso e del socialismo

Il contenuto di questo discorso è che conforta, a tutto questo a che aspiriamo. In primo luogo egli là all'applicazione del contributo degli abitanti alla gestione dei loro affari e c'è l'idea dell'allargamento di quest'istituzione e l'integrazione di elementi giovani, di donne attive nella società, nel suo ambito. Così questo Consiglio possono soltanto dare risultati e contribuire ad una più grande integrazione tra i cittadini del nostro popolo in queste regioni della patri con il resto delle regioni e le altre componenti ed istituzioni del paese.

Saad Eddine El Othmani
Partito della giustizia e dello sviluppo

Credo che la messa a contributo dei bambini delle province del sud in questa cartella sia precisamente la garanzia del successo del Marocco nella sfida della ricerca di soluzione a questa cartella in futuro. Crediamo che egli n non vi abbia un'alternativa ad un'autonomia nelle province del sud, deciso con coraggio, volontarismo e convinzione dal Marocco, e che quest'autonomia sia costruita su base dei valori d'onestà, di trasparenza e di democrazia. Siamo convinti che se se ne attiene all'impegno assunto su queste questioni, il problema sarà risolto ed il futuro sarà migliore
.
Mohamed Al Abied
Partito dell'Unione costituzionale

Considero che è un discorso storico che contiene segnali forti, in particolare dopo la visita attua con successo impresa con la sua maestà il re alle province del sud. I segnali sono tanto più forti in quanto il discorso traccia delle prospettive che riguardano la soluzione del problema creato di qualsiasi parte nel quadro dell'integrità territoriale e la messa in azione del Magreb arabo, poiché la regione ha bisogno di uno sviluppo economico e sociale.

 Mohamed Moujahid
Il partito socialista unificato

 La nostra speranza è effettivamente grande di vedere il Consiglio contribuire al ravvicinamento delle preoccupazioni dei cittadini, dei problemi degli abitanti nelle regioni sud ed al consolidamento dell'integrità territoriale del nostro paese sui piani locali ed internazionali.

Driss Benzekri
Il Consiglio consultivo dei diritti dell'uomo

 Il Consiglio consultivo permetterà il contributo del popolo con tutte le sue componenti e tutte le regioni di presentare proposte per risolvere i problemi di cui alcuni sono congelati da un lungo periodo.

Dichiarazioni degli eletti e delle potenzialità delle province del sud dopo l'impianto del Corcas

Mami Boussif il Presidente della regione di OuedEddahab-Lagouira:

 La nostra speranza è grande di vedere il CORCAS diventare una forza di proposta che può porre tutti i problemi di cui soffre la regione non soltanto sul piano politico, ma anche economico e sociale. I’importante è che non esiste nessun intermediario tra il Consiglio e SM il re, cosa che permetterà a quest'istituzione di presentare al sovrano le sue idee e proposte tanto riguardanti la cartella del Sahara marocchino che le questioni relative allo sviluppo locale nel suo quadro globale.

Omar Bouayda, il Presidente della regione di Goulmime-Smara

 Auspichiamo che il Consiglio sia una forza di proposte efficace per le province sahraoui per booster lo sviluppo di queste province nei settori economici e sociali e svolgere un ruolo efficiente per la causa della nostra integrità territoriale, come pure la promozione e la spiegazione necessaria e sufficiente a destinazione dell'opinione pubblica internazionale.

Gajmoula Abbi, parlementare

 È fondamentale, poiché SM il re ha detto nel suo discorso che è un Consiglio consultivo. La sua composizione è importante. Comprende gli eletti, ichioukh, dei giovani e delle donne.

 Zahra Echagaf, parlementare

Il Consiglio consultivo è oggi attivato dal contributo di competenze di giovani, di donne e di attori della società civile, come pure dei chioukh, considerando il rispetto che abbiamo per i Chioukh. Nella composizione del Consiglio tutte le sensibilità sono state esaminate. Ci sono i chioukh delle tribù, gli eletti, i giovani e le donne. Penso che tutto sia stato esaminato.

Mohamed Khatri El Joumani, Consigliere

Quando la sua maestà il re parla delle potenzialità, è che sono molto importanti, è un affare che riguarda sono popolo ed il suo paese. È anche perché ha una visione del futuro.
Mbarek Aakiq, parlamentare

 Auspichiamo che prenda a disposizione questa cartella per realizzare questa a che aspirano tutti i Marocchini e le popolazioni delle regioni sud in particolare.

Abdallah Henouni Presidente del Consiglio provinciale di Aousserd

 Il primo punto che sarà oggetto dei dibattiti è il progetto d'autonomia, soprattutto che questa proposta sarà fatta della base al vertice e sarà un'occasione perché le potenzialità sahraoui, giovani, considerevoli, eletti e competenze della società civili, contribuiscano con tutta la capacità di proposta di cui dispongono, per dare una forza supplementare al progetto che ci darà in futuro, un sostegno forte.

Mohamed Fadel Maouelainin, Cheikh partecipando al processo d'identificazione
 
È molto importante, che il Consiglio, così come lo ha detto SM il re, prenda conoscenza delle cartelle locali che importano. E se, ne prende conoscenza ed applica ciò che SM il re ha detto nel suo discorso, il 99,99% di tutti i problemi sarà risolto, compreso il problema dei sequestrati di Tindouf che ritorneranno.

Dah Ould El Mekki Sibaouayh attivista dei diritti dell'uomo

Fondamentalmente e questo è auspicato, è di permettere agli abitanti di partecipare alla gestione della cartella generalmente ed alla gestione locale in particolare. Gli avversari della nostra integrità territoriale, avevano uno slogan, secondo quale, nessun Sahraoui parla del problema, ma i ministri venuti dall'interno. Ed è un colpo definitivo. Il mondo considerava anche che il portavoce unico e legittimo dei Sahraoui è Polisario. Non vedevano che c'erano i Sahraoui unitari che vogliono contribuire nel regno del Marocco.

 Mohamed Lahbib Ould Haidara, Presidente del Consiglio provinciale di Assa Zag

 È una delle epopee, che sono una pratica dei sovrani Alaouita. La nostra generazione è stata presente dell'epoca di SM Mohammed V e SM Hassan II a quella di SM Re Mohammed VI, sono la terza epopea. La prima è quella che ha realizzato SM Mohamed V che dio abbia il suo cuore ed è il mercato dell'indipendenza. Il secondo che ha realizzato SM Hassan II, che dio abbia il suo cuore è quella della mercia verde. Il terzo è quella realizzato da SM Re Mohammed VI che è l'avviso del Consiglio consultivo. Auspichiamo che in questo Consiglio ci siano uomini che realizzeranno le aspirazioni di queste regioni.

Ali Mezliki Presidente del Consiglio provinciale di Tan Tan

È un discorso che riguarda gli abitanti della regione sud, soprattutto con l'avviso della creazione dell'una di quest'istituzioni, a quali ci ha abituato SM il re. Quest'istituzione è il Consiglio reale sahraoui consultivo, che sarà messo in azione, e sul quale di grandi speranze sono fondati perché sottopone tutti i problemi che conosce la regione sud, direttamente a SM il re.

 Brahim Lghazal, attore associativo

Con il ritorno del Jemaa, la nuova composizione del Consiglio è in gran parte rappresentativa di tutte le tribù sahraoui, che conferisce così a quest'istituzione una dimensione particolare, come entità consultiva, con una capacità di proposta, seguace del volontarismo, a favore di ciò che servirà lo sviluppo ed il progresso del nostro paese il Marocco.

Hajbouha Zoubeir attore associativo

Il Consiglio rafforza il processo democratico e moderniste che il Marocco ha adottato come via, base e passo di fronte agli sfidati del IIIième millennio. Ci congratuliamo con il Marocco per quest'acquisizione e ci congratuliamo con i Sahraoui per quest'iniziativa che è considerata importante e cronistoria.

 Fatima Saida, attore associativo

Auspichiamo francamente che questo Consiglio che comprende nella sua composizione tutte le componenti, la società civile, donne, uomini, attori politici e chioukhs. Garantirà il suo ruolo così come lo ha voluto SM il re e speriamo che sarà all'altezza delle aspirazioni delle popolazioni delle province del sud.

 

 

 


Fonte: MAP

-Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas -

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024