الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
venerdì 16 aprile 2021
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
In primo piano

Hervé Marsiille, presidente del gruppo Unione centrista al Senato francese, ha invitato la Francia e l'Unione europea a "seguire" il passo all'amministrazione americana e a riconoscere, anch'essi, la piena sovranità del Marocco sul Sahara,


"una decisione che va bene il buon senso" e che contribuirà a instaurare una pace giusta e duratura nella regione."Mi rallegro della decisione degli Stati Uniti.

Questa decisione corona gli sforzi incessanti della diplomazia marocchina e l’azione di Sua Maestà il Re Mohammed VI", ha affermato il senatore francese in un’intervista rilasciata venerdì alla MAP. In proposito, ha sottolineato che "l'Unione europea può dare il via alla decisione degli Stati Uniti, perché è una decisione che va nella giusta direzione".

La diplomazia europea, con i suoi 27 membri, è certamente "ambigua" e "complessa", ha riconosciuto l'ex vicepresidente del Senato. Tuttavia, per quanto riguarda la questione del Sahara, "l'Europa deve andare verso una maggiore chiarezza e partecipare alla risoluzione di un conflitto che è durato troppo", ha sottolineato. "Il riconoscimento della sovranità del Marocco sul Sahara permetterà di instaurare una pace giusta e duratura nella regione", ha detto.

D'altro canto, alla luce degli sforzi compiuti dal Marocco e degli ingenti investimenti realizzati nel Sahara, "il riconoscimento della sovranità marocchina su questo territorio sarebbe un gesto molto significativo che contribuirebbe effettivamente alla pace nella regione", ha affermato.

Hervé Marsiglia, che si è già recato nella città di Dakhla nel quadro di una visita del gruppo di amicizia Francia-Marocco in Senato, guidato dal Presidente Christian Cambon, afferma di essere testimone degli sforzi compiuti dal Marocco in termini di sviluppo socioeconomico della città.

"A Dakhla, che è peraltro ben attrezzata, si vedono gli sforzi in materia di strade, in materia di sanità, in materia di infrastrutture... è una città che si sta sviluppando pienamente, sia per quanto riguarda l'attività economica che il turismo", per il bene della popolazione, si è congratulato con l'ex vicepresidente del Senato francese.

"La regione attorno a Dakhla è estremamente importante per il futuro, poiché è un hub tra Europa e Africa. Il senatore francese ha sostenuto che sono già stati realizzati molti investimenti, senza dimenticare i numerosi vantaggi di cui dispone la regione per diventare un vero e proprio ponte di crescita con ricadute estremamente positive per le popolazioni che aspirano solo alla pace e a beneficiare dello sviluppo economico e sociale.

Secondo Hervé Marsiglia, la soluzione del conflitto artificiale nel Sahara contribuirà anche a instaurare la pace e la sicurezza nell'area strategica Sahel-Sahariana.

Mentre l’impegno militare della Francia nel Sahel è attualmente in discussione al Parlamento francese, il senatore Marsiglia afferma che "è evidente che questa regione deve essere stabilizzata" e che il ruolo del Marocco è essenziale in tale regione.

"Il partenariato della Francia con il Marocco è indispensabile, poiché abbiamo con il Regno non solo relazioni di amicizia storica ma anche un partenariato estremamente importante per la lotta contro il terrorismo, in cui il Marocco svolge un ruolo importante".

Ha quindi sottolineato che "è estremamente importante sviluppare questo partenariato con il Marocco, che già fa molto".

"La Francia sta compiendo grandi sforzi in Africa, nel Sahel in particolare per cercare di respingere il terrorismo e di creare una situazione più stabile nella regione, ma è indispensabile approfondire ulteriormente il nostro partenariato con il Marocco", ha detto.

Il senatore francese, parlando delle relazioni Francia-Marocco sia sul piano politico che su quello economico, ha sottolineato la loro profondità strategica.

"La Francia ha relazioni molto antiche con il Marocco. Vi sono legami molto stretti che ci permettono di avere una presenza importante in Marocco con grandi imprese, partecipando allo sviluppo della regione di Tangeri e del suo porto, ma anche in materia ferroviaria con il TGV che è stato installato e che è un segno di modernità voluto da Suo Maestà il Re Mohammed VI", ha affermato, affermando che intorno a Dakhla è stato un vero e proprio polo di sviluppo estremamente importante sviluppato

Dopo aver accolto con favore la qualità delle infrastrutture e gli ingenti investimenti nel sud del Marocco, il senatore francese ha sottolineato l’imperativo di continuare a sviluppare questa regione, affermando che il riconoscimento della sovranità marocchina sul Sahara costituirebbe un elemento importante.

"La Francia ha una parte importante da dedicare a questo sforzo perché è un vettore di sviluppo, in particolare per le relazioni tra Francia, Marocco e Africa", ha concluso il presidente del gruppo Unione centrista al Senato francese.










- Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas-






















 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2021