الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
venerdì 16 aprile 2021
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
In primo piano

Jid El Guerrab, deputato del gruppo Agir Insieme (maggioranza presidenziale), si è dichiarato favorevole all’apertura di un consolato francese a Dakhla, nel sud del Marocco.


"Certo, l’apertura di un consolato è di competenza delle autorità diplomatiche francesi. Tuttavia, in qualità di deputato che rappresenta il potere legislativo e il popolo francese, sono favorevole all’apertura di una rappresentanza francese a Dakhla", ha affermato in un’intervista lunedì alla MAP.

"Ci sono dei francesi nel sud del Marocco, soprattutto a Dakhla, che non hanno che un desiderio, è che la Francia apra un Consolato che agevolerà loro l’insieme delle procedure amministrative ed eviterà loro di recarsi ad Agadir", ha assicurato il deputato francese.

Il deputato ha poi affermato che "è necessario riflettere su un'antenna diplomatica, un consolato o almeno un consolato onorario". "Sarà necessario trovare una formula per consentire ai cittadini francesi che vivono nel sud del Marocco di avere accesso a tutta l'amministrazione francese: per i passaporti, le carte d’identità, i matrimoni e tutto ciò che riguarda lo stato civile", ha assicurato.

Dopo aver accolto con favore il lavoro "straordinario" della diplomazia marocchina, sotto la guida di Sr Mohammed VI, nel dossier del Sahara e aver accolto con favore le "belle vittorie" diplomatiche vinte dal Marocco negli ultimi anni, in particolare il suo ritorno all’Unione africana, il deputato della maggioranza presidenziale ha voluto sottolineare che "la Francia è stato il primo paese a riconoscere e a sostenere il piano di autonomia marocchino sul territorio Sahara nel 2007", affermando che tale sostegno è una forma di riconoscimento della sovranità del Marocco sul Sahara.

"Quando un paese sostiene il piano di autonomia marocchino per il Sahara, è una forma di riconoscimento della sovranità marocchina", ha sostenuto, ribadendo il suo desiderio di vedere la Francia aprire un’antenna diplomatica ai francesi e francesi residenti nel sud del Marocco, che abitano a Dakhla e a Laayoune e che rappresenta all’Assemblea nazionale.






- Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas-


 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2021