الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
giovedì 13 agosto 2020
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
In primo piano

L'iniziativa d'autonomia presentata dal Marocco è una "proposta realistica" per trovare una soluzione alla disputa regionale artificiale attorno al Sahara marocchino, scrive il quotidiano peruviano "La Razón".



Con il titolo "Il Polisario scorre sempre più", il grande tiratura sottolinea che la soluzione di questo conflitto regionale passa esclusivamente attraverso le Nazioni Unite, sottolineando la necessità di sostenere gli sforzi compiuti nell'ambito di questa proposta per trovare una "soluzione politica, giusta, sostenibile e accettabile per tutte le parti".

 L’autore della cronaca, l’esperto peruviano, Ricardo Sanchez Serra, ha passato in rassegna gli sforzi del Marocco per liberare le sue province dal giogo del colonialismo meridionale, notando che il conflitto artificiale intorno al Sahara marocchino "non ha alcuna base storica, sociale o politica che ne giustifichi la creazione o la perpetuazione".

Sanchez Serra si è inoltre pronunciato sulle serie di battute d’arresto subite dai separatisti a vari livelli, ricordando in particolare le decisioni della Corte suprema spagnola sulla questione della nazionalità e il divieto di collocare il "panno" del Polisario sopra gli edifici pubblici spagnoli.

Nello stesso contesto, ha anche ricordato che il ministro spagnolo degli Affari esteri, dell’Unione europea e della cooperazione, Arancha González Laya, ha pubblicato sul suo account Twitter, in occasione della Giornata dell’Africa, una mappa dell’Africa con le bandiere di tutti gli Stati membri ufficiali dell’Unione africana, ad eccezione dello "straccio" della pseudo "rasd". Ha poi sottolineato che "la situazione attuale è un grave fallimento dei separatisti in Spagna".

L’esperto peruviano ha inoltre richiamato l’attenzione sulle condizioni disumane in cui vive la popolazione saharawi, sequestrata nei campi di Tinduf sul suolo algerino da oltre quarant’anni, rilevando che il Polisario li trattiene in collusione con l’Algeria.

Questi rovesci inflitti ai separatisti del Polisario e i successivi fallimenti chiedono la liberazione dei detenuti affinché tornino in Marocco, la loro patria, e l’accettazione dell’iniziativa d'autonomia,ha quindi concluso sostenendo che "il dialogo con il Marocco è un'opportunità per risolvere il conflitto artificioso".


-Notizia alla questione del Sahara occidentale/Corcas-

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2020