الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
mercoledì 25 maggio 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Stampa audiovisiva

Khalihenna: la propostra dell'autonomia é in accordo con la legittimità internazionale

 Il sig.Khalihenna ,presidente del consiglio reale consultyivo per gli affari del sahara ha ribadito che la proposta dell'autonomia  alle province del sud sotto la sovranità marocchina é in accordo con la legittimittà internazionale.



D: Sig. Presidente del Consiglio consultivo reale per  gli  affari sahariani, la proposta di autonomia proposto da Sua Maestà il re è considerato uno degli eminenti e sagge iniziative durante il regno di Sua Maestà, al fine di porre fine al conflitto creato intorno al Sahara marocchino. Come vede questa proposta?

KOE: Vero, il progetto creato da Sua Maestà il Re Mohammed VI, maggio gloria di Dio, in occasione della sua visita a Laayoune, lo scorso 25 marzo, è considerata una tappa storica per quanto riguarda il conflitto esistente nel mondo arabo dal Maghreb 30 anni fa, che è il conflitto del Sahara. Questa iniziativa si caratterizza per la proposta di una soluzione andando di pari passo con la concessione dei diritti per gli abitanti di questa regione, e, dall'altro lato, le norme internazionali in legitimittà.In altre parole, una soluzione per porre fine a questo conflitto, nel rispetto dei diritti di tutti i parti.

Prima di tutto, per la questione Sahrawi, l'autonomia è conforme a tutte le loro esigenze storiche e all'interno di un democratico e partecipativo quadro entro il ruolo principale che hanno sempre svolto nella storia del Regno del Marocco.

 D'altro canto, questo storico unico consente la proposta del Maghreb arabo per porre fine a questo conflitto che è stato un ostacolo per la costruzione di questa Maghreb, che costituisce il sogno della regione, in un modo che consente a tutti di essere vincente da questa vicenda, che ha esaurito gli sforzi di tutti i paesi del Maghreb arabo, in Nello stesso tempo, si tratta di un problema sterile, che non ha portato a nulla di positivo

D: Signor Presidente, la visita di Sua Maestà a Laayoune, lo scorso 25 marzo, ha portato anche una nuova attivazione e una ristrutturazione del CORCAS, al fine di creare una nuova visione per porre fine al conflitto del Sahara e per effettuare il Sahrawis partecipare trovare una soluzione a questa vicenda.

 KOE: Sì, questo è un aspetto degli effetti della Reale proposta relativa alle autonomia. In realtà, la volontà di Sua Maestà è che questa autonomia sarebbe come una finale e storica riconciliazione tra i Sahrawi e l'amministrazione marocchina.


Per quanto riguarda il fatto di ri-creare il Consiglio reale consultivo per gli affari sahariani a Sua Maestà il lato al fine di preparare la consultazione in materia di autonomia e la sua presentazione di Sua Maestà e, d'altra parte, a difendere, con la Sua Maestà, e aiutare in difesa della unità territoriale e nazionale, e mostrano interesse a livello economico, sociale e culturale della regione .

 Si caratterizza anche questo era e questo Reale iniziativa e dà il necessario valore storico, poiché rientra nel quadro di riconciliazione e non solo come soluzione politica o amministrativa, in assenza di tali persone, al contrario si tratta di loro, ma ad un livello superiore che è la partecipazione a Sua Maestà lato, nel formulare la soluzione e la sua applicazione, e nella preparazione della psicologico, politico, diplomatico, economico e sociale, necessarie per la sua creazione sulla base di riconciliazione, come definito da Sua Maestà.

 Certo, sono felice Sahrawi con questa visita, che comporta cambiamenti nella regione e fare di più in futuro. Calcestruzzo cose hanno cominciato ad essere risolti, come l'ultima Reale amnistia che ha dato la libertà di molti dei nostri fratelli, così come tutte le altre iniziative per venire in generale favorendo la loro libertà e, in particolare nella commemorazione del settimo anniversario della Sua Maestà l'adesione della al trono. Ci saranno altre iniziative positive per la regione e in altri settori economici e sociali, in futuro.

D: Signor Presidente, dal momento che la costituzione del Consiglio si sono svolte visite all'estero. Vorremmo Kow l'importanza di tali visite e il loro scopo.

 KOE: Lo scopo di queste visite è stato dietro per dare un'idea sulla reale politica, il nuovo organo che è il Consiglio consultivo Reale per gli affari sahariani  e per definire il progetto di autonomia i nostri amici all'estero e per la comunità internazionale.

Tali visite sono state positive in quanto ha contribuito a chiarire molte questioni, la prima è stata il fatto che il Fronte Polisario non è stato l'unico legittimo rappresentante deI Sahrawi in ogni campo e che la maggior parte dei Sahrawi residente nella regione, sotto la sovranità marocchina, tutto il sostegno, e senza alcuna condizione, il Royal progetto riguardante il piano di autonomia.

Durante la nostra visita in Francia, Spagna, Belgio e le istituzioni dell'Unione europea, siamo stati accolti con favore, incoraggiata e supported.We visiterà altri paesi soon.

Nello stesso contesto, le chiamate che riceviamo dai nostri fratelli nei campi e in parte del Fronte Polisario incoraggiando questa soluzione in quanto è la soluzione adeguata per la regione, una soluzione che rispetti i diritti del Marocco storici e politici, diritti economici e sociali dei Sahrawi.

 Essa, inoltre, consente la ri-costruzione del Maghreb sulla solida base, in partenariato, con tutti i suoi componenti.

D: Grazie signor Presidente del Consiglio consultivo per la Royal sahariana affari,

 KOE: Sei il benvenuto.

 

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022