الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
giovedì 25 luglio 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Stampa scritta

Un consiglio consultivo marocchino ha suggerito un autonomia al sahara occidentalein un passo che forsé provochéra la tensione nel fronte Polisario sostenuto dall'Algeria che vuole l'independenza della provincia .



Il presidente del Consiglio Reale per gli Affari del Sahara (CORCAS), il sig. Khalihenna Ould Errachid, ha annunciato, in un’intervista rilasciata all’agenzia Reuters diffusa il 6 aprile, che Rabat non rivelerà il suo piano di autonomia per il Sahara occidentale in tempo per la riunione, prevista in aprile, del Consiglio di Sicurezza dell’ONU.
Il presidente del Consiglio Reale per gli Affari del Sahara (CORCAS), il sig. Khalihenna Ould Errachid, ha annunciato, in un’intervista rilasciata all’agenzia Reuters diffusa il 6 aprile, che Rabat non rivelerà il suo piano di autonomia per il Sahara occidentale in tempo per la riunione, prevista in aprile, del Consiglio di Sicurezza dell’ONU.

Il sig. Khalihenna Ould Errachid ha spiegato questo ritardo con le consultazioni interne approfondite intraprese dalle autorità sulla questione.

“È impossibile sottoporre il piano di autonomia in aprile. Le consultazioni sull’autonomia non sono ancora state portate a termine.

“Il piano di autonomia sarà presentato più avanti, ma la data esatta dipenderà dalla fine di queste consultazioni e dal momento in cui Sua Maestà il Re Mohamed VI prenderà la sua decisione”, ha dichiarato il responsabile Sahrawi.

Il Consiglio di 141 membri che il sig. Khalihenna Ould Errachid presiede è stato creato a marzo dal Re del Marocco dopo che quest’ultimo ha giurato di “non cedere un solo pollice o grano di sabbia del nostro amatissimo Sahara”.

Per Rabat, la creazione del Consiglio fa parte degli sforzi dispiegati dal Marocco per raccogliere sostegno, sul posto ed all’estero, alla causa dell’autonomia.

“È la prima volta nella storia del regno che un re del Marocco promette l’autonomia ai Sahrawi. L’autonomia soddisfa le aspirazioni di tutti i Sahrawi. Metterà fine al conflitto, non ho alcun dubbio al riguardo”, ha stimato il sig. Khalihenna Ould Errachid, proveniente dalla grande tribù sahrawi dei Rguibet.

L’ONU, che aveva combinato un cessate il fuoco nel 1991 tra l’esercito marocchino ed il Fronte Polisario, ha promesso per numerosi anni di organizzare un referendum sull’autodeterminazione. Ma la consultazione non ha mai visto la luce, in ragione, in particolare, dei disaccordi persistenti sulla composizione del corpo elettorale.

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024