الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
mercoledì 22 gennaio 2020
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Le sessioni

Il Marocco ha sottolineato nel corso dei terzi negoziati informali sul Sahara, che hanno preso fine martedì nei pressi di New York, la necessità di dare una " notizie dinamiche ed uno slancio qualitativo" ai negoziati sul Sahara, attraverso una nuova metodologia per uscire dal blocco attuale, ha indicato il ministro degli esteri e della cooperazione, il sig. Taib Fassi Fihri.



" Non possiamo restare nello stesso quadro, né nelle stesse condizioni, dove la necessità di dare un nuovo slancio qualitativo a questi negoziati" , ha dichiarato il Sig. Fassi Fihri, all'uscita di questa riunione informale a Manhasset.

 Ha aggiunto che la delegazione marocchina ha fatto una proposta in questo senso, che è stata accettata dall'Inviato personale del segretario generale dell'ONU per il Sahara, il sig. Christopher Ross.

" Attendiamo da parte sua proposte pratiche per proseguire i negoziati secondo notizie methodologie" , ha proseguito.

Il ministro ha, d'altra parte, ribadito la disposizione del regno da proseguire i negoziati, sottolineando che in occasione di questi negoziati, le parti hanno deciso di trovarsi in dicembre ed all'inizio dell'anno prossimo.

Il Marocco, ha detto, è " sempre disponibile ed aperto" a questi negoziati su base dei parametri del Consiglio sicurezza e, in particolare, su base dell'iniziativa marocchina d'autonomia, salutata dalla Comunità internazionale come seria e credibile.

 Il Consiglio di sicurezza, ha ricordato, messo all'accento varie volte sugli sforzi acconsentiti dal Marocco dal 2006 attraverso questa proposta, rilevando che di fronte a questa posizione costruttiva, le altre parti restano immobili su di ex piani completamente superati.

Il " meccanismo del referendum a molte opzioni è dietro noi, e l'autodeterminazione non passa sempre per questo meccanismo che resta minoritario nella pratica delle Nazioni Unite " , ha precisato.

L'attaccamento a quest'opzione superata riflette una volontà di " non volere progredire, né di rispondere all'appello della Comunità internazionale per una soluzione di compromesso e di realismo" , ha fa osservare.

 " Constatiamo che da quando il Marocco ha presentato la sua iniziativa d'autonomia, le altre parti instrumentalizzano, per ragioni tattiche e strategiche, alcuni incidenti e situazioni montate di qualsiasi parte, al solo scopo di fuggire le loro responsabilità, di ostacolare il processo di negoziato e impedirlo di progressare" , ha deplorato il ministro.

 All'uscita della riunione di Manhasset, l'Inviato personale del segretario generale dell'ONU ha evocato una " notizie dinamico per il seguito del processo di nEgoZiati" , secondo " approcci novatrici".





Fonte: MAP

- Attualità che riguarda la questione del Sahara occidentale/Corcas -

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2020