الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
giovedì 20 giugno 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Attività internazionali

La terza riunione informale, preparatoria al quinto round di negoziati che mirano a trovare una soluzione politica e definitiva alla vertenza regionale sul Sahara,  aperta lunedì, si è proseguita, martedì a Manhasset nei pressi di New York, in presenza di delegazioni del Marocco, dell'Algeria, della Mauritania e del Polisario, ha appreso presso l'ONU.

 



La delegazione marocchina a questa riunione è composta dal sig. Taib Fassi Fihri, ministro degli esteri e della cooperazione, Mohamed Yassine Mansouri, Direttore generale degli studi e della documentazione (DGED) e di Maouelainin Ben Khalihanna Maouelainin, segretario generale del Consiglio reale consultivo per gli affari sahariani (CORCAS).

Questa terza sessione di negoziati di due giorni è stata convocata da l' Inviato personale del segretario generale dell'ONU per il Sahara, il sig. Christopher Ross, all'uscita del suo round nella regione, fine ottobre.

In occasione dell'udienza accordata al sig. Ross a Casablanca, SM Re Mohammed VI aveva sottolineato l'impegno sincero ed onesto del regno del Marocco da sostenere gli sforzi del segretario generale dell'ONU e dell'Inviato personale che considera l'applicazione rigorosa delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza, adottate a seguito della presentazione dal regno di suono " Iniziativa d'autonomia" chi privilegia, in modo pertinente, il realismo e lo spirito di compromessi auspicati dalla Comunità internazionale.

 Il sovrano aveva anche sottolineato che occorreva superare lo statuto quo, attraverso l'espressione di una volontà politica reale con da tutte le parti a questa vertenza regionale, conformemente alle risoluzioni del Consiglio di sicurezza, alle esigenze di ritrovamenti tra le famiglie distinte da molti decenni ed agli imperativi di un Magreb integrato, prosperoso e stabile.

 In questo contesto, SM il re aveva ricordato i termini della risoluzione del Consiglio di sicurezza, secondo i quali occorre creare le condizioni favorevoli a negoziati seri e proficui, lontano da qualsiasi tentativo d'instrumentalizzazione o di deviazione.

 Questa terza riunione informale fa seguito a quelle tenute rispettivamente, nell'agosto 2009, nella località austriaca di Durnstein (nei pressi di Vienna) e nel febbraio 2010 a Armonk, nei pressi di New York.

Interviene anche a seguito dei quattro round del primo ciclo di negoziati, tenuti a Manhasset nel 2007 e 2008, sotto gli auspici dell'ex-inviato personale del segretario generale dell'ONU, il sig. Peter Van Walsum.

Questi negoziati si iscrivono nel quadro dell'attuazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU, in particolare le risoluzioni 1813,1871 e 1920 adottate rispettivamente nell'aprile 2008, aprile 2009 ed aprile 2010.

Queste risoluzioni chiamano l'insieme delle parti ad impegnarsi in negoziati intensi e sostanziali, considerando gli sforzi fatti dal regno dal 2006, e facendo mostra di realismo e di spirito di compromesso, per raggiungere una soluzione politica e definitiva alla vertenza regionale relativa al Sahara marocchino.





Fonte: MAP

- Attualità che riguarda la questione del Sahara occidentale/Corcas -

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024