الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
martedì 9 agosto 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Attività internazionali


I partecipanti ad una conferenza, lunedì a Bruxelles, hanno chiamato l'Unione europea da sostenere l'iniziativa marocchina d'autonomia come " solo soluzione realistica e realizzabile" della questione del Sahara.



Questa conferenza è stata organizzata dal comitato speciale incaricato del Sahara marocchino in Europa (CSCSME) sul tema: " Visioni e realtà attuali al Sahara marocchino".

" Vogliamo trasmettere aujourd' oggi un messaggio all'Unione europea (...) per che sostiene la soluzione della ragione e del futuro, quella dell'autonomia régionale" , ha affermato il dott. Hibato Malainine Al Abadila, membro del Consiglio reale consultivo per gli affari sahariani, a questa conferenza "
 Il Marocco ha presentato una soluzione coraggiosa che garantisce alle popolazioni province del sud un'ampia autonomia di gestione dei loro affari all'immagine delle grandi democrazie europee" , ha sottolineato, ricordando che il Consiglio di sicurezza si è felicitato di quest'iniziativa seria e credibile.

Optando per una politica di regionalizzazione avanzata per rafforzare le sue acquisizioni democratiche ed associando le popolazioni alla gestione dei loro affari, il Marocco ha dato una lezione di coraggio ed un esempio di democrazia e di libertà, ha aggiunto il sig. Malainine Al Abadila.

 Dopo avere esaminato gli aspetti storici della regione del Sahara e le basi di l' Stato nazione del regno, il dott. Malainine Al Abadila ha ricordato il combattimento delle popolazioni della regione per la liberazione del Marocco del giogo del colonialismo, " un combattimento che si è svolto in una simbiosi perfetta con il trono glorioso alaouita".

L'attaccamento delle popolazioni delle province del sud alla marocanità del Sahara, attinge la sua benzina nelle basi storiche dello Stato nazione e nei legami secolari che queste popolazioni hanno sempre avuto con le dinastie marocchine, ha aggiunto.

 Il dott. Malainine Al Abadila ha anche messo in evidenza il clima di libertà e di democrazia che regna in Marocco sotto la condotta illuminata di SM Re Mohammed VI ed i vasti cantieri di riforme impegnati in tutti i settori, cosa che gli ha valso, ha sottolineato, un posto di scelta nel concerto delle nazioni.

Ha chiamato a questo proposito l'Unione europea da sostenere il Marocco nella sua marcia verso il progresso e tutte le iniziative in grado di rafforzare le sue acquisizioni democratiche ed il suo sviluppo economico.

L'Unione europea ha ogni interesse ad avere un partner forte e dinamico nella regione, ha aggiunto.

 Il dott. Malainine Al Abadila ha d'altra parte invitato l'Algeria da prendersi tutte le sue responsabilità quanto alla situazione delle popolazioni sequestrate nei campi di Tindouf, che parla delle sofferenze che lui stesso ha sopportato nel momento in cui il suo fratello era imprigionato dagli Algerini a Ouargla.

" (Algerini) chiedo loro di cessare di perturbare il mercato dello sviluppo del Magreb arabo e di fermare di scalzare ogni iniziativa di costruire il nostro futuro comune" , ha dichiarato.

 Da parte sua, il rappresentante del CSCSME Hassan Benhammou ha chiamato l'Unione europea da intervenire per mettere un termine alle sofferenze delle popolazioni sequestrate a Tindouf e denunciare la deviazione dell'aiuto umanitario da parte del Polisario.

 Ha anche chiamato ad esercitare pressioni sull'Algeria, " principale responsabile di questo dramma umano" , per " rispettare il diritto internazionale umanitario e liberare le persone innocenti che detiene sul suo territorio".

Fonte : MAP


- Notizia riguatrdo alla questione del Sahara occidentale/Corcas -

 

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022