الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
domenica 16 giugno 2024
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Attività nazionali

Khalihenna Ould Errachid il presidente del consiglio reale consultivo degli affari sahariani, ha avuto interviste, ha avuto giovedì 13 dicembre, interviste con Risto Piipponen, Direttore generale dell'Africa e del Medio Oriente, al ministero degli esteri della repubblica della Finlandia, che era accompagnato da Christina Harttila, l'ambasciatrice della Finlandia in Marocco.



Il responsabile finnico che visita il Marocco nel quadro della quarta riunione ministeriale degli amici della Siria, che ha avuto luogo a Marrakech, mercoledì, ha evocato con il Presidente del Corcas, gli ultimi sviluppi della questione del Sahara, nel contesto della crisi che conosce la regione del Sahel, in particolare le minacce terroristiche e l'assenza di sicurezza che richiede la mobilizzazione internazionale di circoscrivere questa crisi e trattare le sue cause.


I due delegazione alla fine delle interviste

A tale riguardo Khalihenna Ould Errachid ha affermato che la Comunità internazionale deve oggi più che in passato, trovare una soluzione rapida e definitiva, al conflitto di Sahara, che è attualmente aperto su rischi di tensione preoccupante che minaccia la sicurezza regionale.

 Il rischio minaccia anche di annegare la regione e l'ambiente internazionale nella spirale del caos e dei disordini politici, a causa della convergenza degli interessi dei gruppi terroristici e separatista.

 Allo stesso tempo, il Marocco propone una soluzione mediana e giusta che il progetto di ampia autonomia che mette fine al calvario che vivono i sahraouis presi in considerazione nei campi di Tindouf sul territorio algerino, una soluzione che permetterà loro di vivere in pace nella regione del Sahara sotto la sovranità marocchina.

 Da parte sua Risto Piipponen, ha segnalato che il suo paese sostegno gli sforzi acconsentiti dalle Nazioni Unite a favore di una soluzione politica reciprocamente accettabile per le parti di questo conflitto, aggiungendo che questo rafforzerà la sicurezza e la pace nella regione di Sahara e di Sahel.

 Hanno partecipato a questa intervista, il segretario generale del Consiglio, dott. Maouelainin Ben Khalihanna Maoulainin, e Moulay Ahmed Mghizlat, membro del Consiglio.
 

 

- Notizia riguardo alla questione del Sahara Occidentale/Corcas -

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2024