الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
venerdì 12 agosto 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Attività nazionali

Il nono round dei negoziati informali sul Sahara ha preso fine martedì, dopo mezzogiorno, a Manhasset nella regione di New York con soprattutto un risultato concreto, in questo caso il fatto che le parti si troveranno in giugno, quindi luglio prossimi per una nuova serie di negoziati.



 Il ministro degli esteri e della cooperazione, Saad Dine El Othmani, che presiede la delegazione marocchina composta anche dal sig. Mohamed Yassine Mansouri, Direttore generale degli studi e della documentazione (DGED) e del Dr.Maouelainin Benkhalihanna Maouelainin, segretario generale del Consiglio reale consultivo per gli affari sahariani (Corcas), ha ribadito, martedì, '' la forte volontà'' del Marocco di contribuire in modo effettivo ad una soluzione innovatrice che va oltre alle vie classiche per fare uscire la questione del Sahara dal vicolo cieco, deplorando che le altre parti '' si accampano sulla loro posizione, in particolare per quanto riguarda il censimento della popolazione''nei campi di Tindouf.

Da parte sua l'inviato personale del segretario generale dell'ONU per il Sahara, Christopher Ross ha annunciato che le delegazioni si troveranno ''in giugno prossimo in Europa ed in luglio 2012 in un luogo da definire''.

All'uscita del nono round dei negoziati, il sig. Ross ha affermato che questa nuova serie di negoziati informali (11 13 marzo) si è svolta ''in un'atmosfera d'impegno serio, di franchigia e di rispetto reciproco''.

 Le parti hanno proseguito ''l'approfondimento della discussione delle loro proposte rispettive'', ha detto, che sottolinea tuttavia che ''ogni parte ha continuato a rifiutare la proposta dell'altro come base unica dei futuri negoziati , pur ribadendo la loro volontà di lavorare insieme per trovare una soluzione conformemente alle risoluzioni pertinenti delle Nazioni Unite''.

Il sig.Christopher Ross inviato personale del segretario generale dell'Onu per il sahara occidentale


Le parti, ha aggiunto Ross in una dichiarazione alla stampa, hanno continuato la loro discussione ''sulle nuove idee enunciate dal segretario generale delle Nazioni Unite nella sua ultima relazione firmata dal Consiglio di sicurezza dell'ONU'', che nota anche che ''hanno proseguito la loro discussione sullo sminamento, le risorse naturali e l'ambiente''.

A tale riguardo, ha rilevamento, le parti ''si sono rallegrate dei progressi registrati su quest'argomenti ed hanno confermato il loro interesse di continuare a lavorare con le Nazioni Unite su queste questioni ed altri nel quadro dei negoziati in corso''.

Abbordando le misure di fiducia, l'inviato personale ha segnalato che è stata data importanza ai risultati del secondo incontro d'evaluazione con l'ufficcio dell'Alto Commissariato per i Rifugiati a Ginevra i 24 e 25 gennaio 2012 e che le parti hanno confermato ''la loro volontà di partecipare a due seminari organizzati dall'ACR che potrebbero avere luogo in giugno ed ottobre 2012''.

Il Sig. Ross, ha annunciato, che effettuerà una visita nella regione in maggio prossimo.

 


Ogni parte rifiuta ancora la proposta dell'altra come base unica per negoziati futuri

- Notizia riguardo alla questione del Sahara Occidentale/Corcas -

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022