الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
venerdì 7 ottobre 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Attività nazionali

 Il presidente della lega dei diritti dell'Uomo al Sahara e membro del Corcas, Baba Miyara ha chiamato l'Algeria da garantire il diritto dei sequestrati di Tindouf alla libera circolazione, conformemente alle carte internazionali.



Visto che sequestrati i sahraoui si trovano sul suo suolo, all'Algeria è destinata a garantire loro i loro diritti alla libera circolazione, alla scelta dei loro luoghi di residenza, al contatto delle loro famiglie ed alla riunione delle organizzazioni internazionali dei diritti dell'Uomo, ha affermato il sig. Miyara che era l'invitato luned? del giornale della sera della catena 2M.

L'Algeria deve anche autorizzare i rappresentanti delle organizzazioni dei diritti dell'Uomo da visitare i campi, oltre alla tuta di un censimento e l'adozione di meccanismi trasparenti e ben definiti relativi alla valutazione degli aiuti internazionali a profitto dei sequestrati, ha detto, che mettono l'accento sulla sofferenza sopportata da sequestrati che sono sfruttati dal Polisario che devia gli aiuti umanitari che gli sono destinati.

La conclusione che si puo trarre del ritorno massiccio sequestrati di Tindouf alla madre patria è che quest'ultimi sono stati vittime delle allegazioni menzoniere trasportate durante molti anni dalla direzione del Polisario, ha sottolineato.

Nel fermandosi sui grandi cantieri, le politiche d'apertura ed i passi superati dal Marocco nel settore dei diritti dell'Uomo, questi ricongiunti ha potuto essere al fatto delle allegazioni menzoniere del Polisario, ha proseguito.

Ha chiamato tutti i sahraoui sequestrati a Tindouf a seguire il cammino dei loro fratelli che hanno riacquistato la madre patria, che sottolinea che c'è una convinzione crescente soprattutto nell'ambito dei giovani che il futuro dei Sahraoui è nel progetto d'autonomia e la democrazia che regna nel Marocco.

Fonte: MAP


- Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas -

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022