الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
martedì 9 agosto 2022
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Discorsi reali

SM il Re Mohammed VI ha affermato che il Marocco, il suo Re ed il suo popolo, non accetteranno nulla al di fuori dell'autonomia, per la risoluzione della questione del Sahara, nell’ambito di uno Stato unito ed unificato, sottolineando che il Regno considera come inaccettabile ogni tesi carica di intrighi ed ogni orientamento insidioso, che mira ad indebolire la sovranità del Marocco, la sua unità nazionale e la sua integrità territoriale, le quali non sono negoziabili e risultano indivisibili. 
 



"Il Regno è disposto a proseguire dei negoziati approfonditi, rimanendo aperto su ogni proposta costruttiva, e cercando di favorire le condizioni di fiducia necessaria affinché questi negoziati, avviate con tutte le parti coinvolte, possano giungere ad una risoluzione definitiva di questo conflitto artificiale ", ha indicato il Sovrano in un discorso indirizzato, martedì sera, alla Nazione in occasione del 32° compleanno della Marcia verde. 

SM il Re ha assicurato a questo proposito che il Marocco non risparmierà nessuno sforzo per garantire il successo di queste trattative.

La "nostra ambizione è di riuscire ad istituire un’Unione magrebina operativa ed efficiente. Il nostro auspicio è di vedere le potenzialità dei popoli del Magreb messe al servizio del suo sviluppo, e che siano affrontate, in uno spirito di concordia e di solidarietà, e con una volontà di integrazione, le vere sfide che si pongono in termini di sviluppo e di sicurezza, ai livelli regionali ed internazionali", ha sottolineato il Sovrano. 

Nello stesso spirito, ha ricordato SM il Re, il Marocco, “ basandosi su un approccio di concertazione ai livelli locale e nazionale, ed appoggiandosi su un'unanimità senza faglia, ha presentato un'iniziativa coraggiosa a favore dell'autonomia.

Tale iniziativa risponde agli standard internazionali, rispetta la legalità internazionale e prende in considerazione le specificità socioculturali della regione." 

Il Sovrano ha aggiunto che gli sforzi giusti dispiegati dal Marocco per attuare questo progetto, uniti al vasto appoggio internazionale raccolto dall'iniziativa costruttiva marocchina, hanno istituito un nuovo approccio dall’ONU, nel trattamento riservato alla nostra causa nazionale fondamentale.  

Si tratta, SM il Re ha detto, di un passo giudizioso che scarta, in modo definitivo, tutti i piani sterili anteriori e che ha permesso l'adozione, all'unanimità dal Consiglio di sicurezza, della Risoluzione 1754 che ha riconosciuto alla sola iniziativa marocchina, ed a nessun’altra, il carattere serio e credibile. 

Partendo dalla dinamica che quest’iniziativa ha scatenato e dall'accoglienza favorevole che gli è stata riservata, il Consiglio di sicurezza ha chiamato le parti coinvolte a negoziare per giungere ad una soluzione politica, consensuale e definitiva, sotto l'egida delle Nazioni Unite, ha ricordato SM il Re, precisando che il Marocco si è impegnato effettivamente in questo processo, con serietà e buona fede, nei due round di negoziati di Manhasset.

L’iniziativa costruttiva del Regno, ha notato il Sovrano, è stata rinforzata da un appoggio forte dell'assemblea Generale delle Nazioni Unite, nonché dal Consiglio di sicurezza, attraverso la sua ultima Risoluzione 1783. 

SM il Re ha, d’altra parte, reso un omaggio ai Suoi fedeli soggetti nel Sahara marocchino per lo spirito di solidarietà di cui hanno fatto prova congiuntamente alle autorità, le forze di sicurezza e i militari, per preservare la sicurezza, la stabilità e l’integrità del Regno e per il loro contributo al progresso ed allo sviluppo di questa regione, nell’ambito di un Marocco sicuro di buon diritto, sempre pronto a prendere le iniziative costruttive per la risoluzione del conflitto finto suscitato intorno al Sahara marocchino. 

E di concludere: "Il Marocco si assoggetta a quest’iniziativa in virtù del suo impegno verso l'unione magrebina, e per fedeltà allo spirito di vicinato e di fraternità che deve regnare tra i cinque Stati dell'unione.

 Vi aderisce anche in virtù del suo attaccamento alla preservazione della stabilità della regione." 


Fonte: MAP 

- Notizia concernente la questione del Sahara occidentale - 
 

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2022