الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
sabato 21 settembre 2019
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Dettagli

In ciò che segue le risoluzioni del Consiglio di sicurezza sul Sahara, dalla creazione del Corcas:

La risoluzione 1754 che data del 30 aprile 2007

La risoluzione 1783 che data del 31 ottobre 2007

La risoluzione 1813 che data del 30 aprile 2008

La risoluzione 1871 che data del 30 aprile 2009

La risoluzione 1920 che data del 30 aprile 2010

La resoluzione 1979    data del 27 aprile 2011

La resoluzione  2044  data del 24 aprile  2012

La risoluzione 2099  data del 25 aprile    2013

La risoluzione 2152   data del 25 aprile 20142014



Qui di fronte il testo integrale dell'iniziativa marocchina per il negoziato di uno statuto d'autonomia nella regione del Sahara presentato all'ONU nell'aprile 2007:

I- L'impegno del Marocco a favore di una soluzione politica definitiva:

1- Dal 2004, il Consiglio di sicurezza chiama regolarmente " le parti e gli stati della regione da continuare a cooperare interamente con l'ONU per porre fine al vicolo cieco attuale e progredire verso una soluzione politica".

2- In risposta a quest'appello della Comunità internazionale, il regno del Marocco si è iscritto in una dinamica positiva e costruttiva, impegnandosi a sottoporre un'iniziativa per il negoziato di uno statuto d'autonomia della regione del Sahara, nel quadro della sovranità del regno e della sua unità nazionale.

 3- Quest'iniziativa si è  iscritto nel quadro della costruzione di una società democratica e moderna, fondata sullo Stato di diritto, le libertà individuali e collettive e lo sviluppo economico e sociale.

Come tale, porta la promessa di un futuro migliore per le popolazioni della regione, mette fine alla separazione ed all'esilio e favorisce la riconciliazione.

 4- Con quest'iniziativa, il regno del Marocco garantisce a tutti i Sahraoui all'estero come all'interno, tutto il loro posto e tutto il loro ruolo, senza discriminazione né esclusiva, nelle istanze ed istituzioni della regione.

5- Cosi, le popolazioni stesse del Sahara gestiranno e democraticamente i loro affari attraverso organi legislativi, esecutivi e giudiziari dotati di competenze esclusive.

 Disporranno delle risorse finanziarie necessarie allo sviluppo della regione in tutti i settori e parteciperanno, in modo attivo, alla vita economica, sociale e culturale del regno.

6- Lo Stato conserverà le sue competenze nei settori regi, in particolare la difesa, le relazioni estere e le attribuzioni costituzionali e religiose della sua maestà il re.

 7- L'iniziativa marocchina, ispirata da uno spirito di apertura, tende a creare le condizioni di un processo di dialogo e di negoziato che risulta in una soluzione politica reciprocamente accettabile.

8- Lo statuto d'autonomia, risultato dei negoziati, sarà sottoposta ad una consultazione referendario delle popolazioni interessate, conformemente al principio di l'autodeterminazione e disposizioni della carta delle Nazioni Unite.

 9- In questa prospettiva, il Marocco lancia un appello alle altre parti per che colgono quest'occasione di scrivere una nuova pagina nella storia della regione.

 E pronto ad impegnarsi in un negoziato serio e costruttivo su base dello spirito di quest'iniziativa, cosi che ad apportare il suo contributo alla creazione di un clima di fiducia.

10- A tale scopo, il regno rimane pronto a cooperare interamente con il segretario generale dell'ONU ed il suo inviato personale.

II Gli elementi di base della proposta marocchina:

 11- Il progetto marocchino d'autonomia si ispira proposte pertinenti dell'ONU e disposizioni costituzionali in vigore negli stati geograficamente e culturalmente vicini al Marocco, e si sostiene su norme e standard a livello internazionale riconosciuti.

A- Le competenze della regione autonoma del Sahara:

12- Nel rispetto dei principi e delle procedure democratiche, le popolazioni della regione autonoma del Sahara, che agisce per l'intermediario degli organi legislativi, esecutivi e giudiziari avranno, nei limiti territoriali della regione, la competenza in particolare nei settori:

- dell'amministrazione locale, della polizia locale e delle giurisdizioni della regione.

- economico: lo sviluppo economico, la pianificazione regionale, l'incoraggiamento degli investimenti, il commercio, l'industria, il turismo, e l'agricoltura.

- del bilancio e delle tasse della regione.

- infrastrutture: l'acqua, gli impianti idraulici, l'elettricità, i lavori pubblici ed il trasporto.

- sociale: l'abitazione, l'istruzione, la sanità, l'occupazione, lo sport, la sicurezza e la protezione sociali

- culturale, compresa la promozione del patrimonio culturale sahraoui hassani.

- dell'ambiente.

13- La regione autonoma del Sahara disporrà delle risorse finanziarie necessarie al suo sviluppo in tutti i settori.

 Queste risorse saranno in particolare costituite da:

- le imposte, tasse e contributi territoriali decretate dagli organi competenti della regione.

- i redditi dello sfruttamento delle risorse naturali destinati alla regione.

- la parte dei redditi delle risorse naturali situate nella regione e percepiti dallo Stato.

- le risorse necessarie assegnate nel quadro della solidarietà nazionale.

- I redditi che provengono dal patrimonio della regione.

14- Lo Stato conserverà la competenza esclusiva, in particolare su:

- gli attributi della sovranità, in particolare la bandiera, l'inno nazionale e la valuta.

- gli attributi legati alle competenze costituzionali e religiose del re, comandante di credendo e garante della libertà del culto e delle libertà individuali e collettive.

- la sicurezza nazionale, la difesa esterna e dell'integrità territoriale.

- le relazioni estere.

- l'ordine giurisdizionale del regno.

 15- La responsabilità dello Stato nel settore delle relazioni estere sarà esercitato in consultazione con la regione autonoma del Sahara che riguarda le questioni che si riferiscono direttamente alle attribuzioni di questa regione.

 La regione autonoma del Sahara pu?, in concertazione con il governo, stabilire legami di cooperazione con regioni straniere in attesa di sviluppare il dialogo e la cooperazione interregionale.

16- Le competenze dello Stato nella regione autonoma del Sahara, come previste al paragrafo 13 sopra, sarà esercitato da un delegato del governo.

17- D'altra parte, le competenze che non sono specificamente attribuite saranno esercitate, di un comune accordo, sulla base del principio di sussidiarietà.

18- Le popolazioni della regione autonoma del Sahara sono rappresentate nell'ambito del Parlamento e delle altre istituzioni nazionali. Partecipano a tutte le consultazioni elettorali nazionali.

B- Gli organi della regione:

19- Il Parlamento della regione autonoma del Sahara sarà composto da membri eletti dalle varie tribù sahraoui, e di membri eletti a suffragio universale diretto dall'insieme della popolazione della regione.

La composizione del Parlamento della regione autonoma del Sahara dovrà comprendere una rappresentazione femminile adeguata.

20- Il potere esecutivo della regione autonoma del Sahara sarà esercitato da un capo di governo eletto dal Parlamento regionale. E investito dal re. Il capo di governo è rappresentante dello Stato nella regione.

21- Il capo del governo della regione autonoma del Sahara forma il governo della regione e nomina gli amministratori necessari per esercitare i poteri che gli sono attribuiti ai sensi dello statuto d'autonomia.

E responsabile dinanzi al Parlamento della suddetta regione.

22- Giurisdizioni possono essere create dal Parlamento regionale per deliberare sulle controversie sorte dell'applicazione delle norme decretate dagli organi competenti della regione autonoma del Sahara.

Le loro decisioni saranno rese, con piena indipendenza, in nome del re.

23- Il tribunale regionale superiore, la più alta giurisdizione nella regione autonoma del Sahara, delibera in ultima analisi, sull'interpretazione della legge della regione, a prescindere dalle competenze della Corte suprema e del Consiglio costituzionale del regno.

24- Le leggi, i regolamenti e le decisioni di giustizia che emanano dagli organi della regione autonoma del Sahara devono essere conformi allo statuto d'autonomia della suddetta regione ed alla costituzione del regno.

 25- Le popolazioni della regione beneficeranno di tutte le garanzie che porta la costituzione marocchina in materia di diritti dell'Uomo tali che sono universalmente riconosciuti.

 26- La regione autonoma del Sahara disporrà di un Consiglio economico e sociale composto da rappresentanti dei settori economici, sociali, professionali ed associativi, come pure di personalità molto qualificate. III Processo di approvazione e d'attuazione dello statuto d'autonomia:

27- Lo statuto d'autonomia della regione farà l'oggetto di negoziati e sarà sottoposto ad una libera consultazione referendario delle popolazioni interessate.

 Questo referendum costituisce, conformemente alla legalità internazionale, alla carta delle Nazioni Unite ed alle risoluzioni dell'Assemblea generale e del Consiglio di sicurezza, il libero esercizio, da parte di queste popolazioni, del loro diritto

all'autodeterminazione.

28- A tale scopo, le parti si impegnano ad operare congiuntamente, ed in buona fede, a favore di questa soluzione politica e della sua approvazione da parte delle popolazioni del Sahara.

29- Inoltre, la costituzione marocchina sarà rivista, lo statuto d'autonomia vi sarà incorporata come impegno della sua stabilità e del suo posto particolare nell'ordinativo di pagamento giuridico nazionale.

 30- Il regno del Marocco adotterà tutte le misure necessarie allo scopo di garantire alle persone che saranno rimpatriate un reinserimento completo nell'ambito della comunità nazionale, in condizioni che garantiscono la loro dignità, la loro sicurezza e la tutela dei loro beni.

31- A tale scopo, il regno adotterà in particolare un'amnistia generale che esclude ogni prosecuzione, arresto, detenzione, imprigionamento o intimidazione di qualunque natura, fondati su fatti oggetto dell'amnistia.

 32- A seguito dell'accordo delle parti sul progetto d'autonomia, un Consiglio transitorio composto dai loro rappresentanti porteranno il suo contributo al rimpatrio, alle operazioni di disarmo, smobilitazione e reinserimento degli elementi armati che si trovano all'estero del territorio cos? che a qualsiasi altra azione che riguarda l'approvazione e l'attuazione dello statuto, comprese le operazioni elettorale.

 33- Al modo dei membri della Comunità internazionale, il regno del Marocco è persuaso, oggi, che la soluzione della vertenza sul Sahara pu? essere soltanto il frutto di un negoziato.

In questo spirito la proposta che sottopone alle Nazioni Unite costituisce una reale opportunità in grado di favorire negoziati aventi per finalità di raggiungere una soluzione definitiva a questa vertenza, nel quadro della legalità internazionale e sulla base degli accordi conformi agli scopi e principi enunciati nella carta dell'ONU.

34- In questo contesto, il Marocco si impegna a negoziare, in buona fede, in uno spirito costruttivo di apertura e di sincerità, per raggiungere una soluzione politica definitiva e reciprocamente accettabile a questa vertenza la cui regione soffre.

A tal fine, il regno è pronto ad apportare un contributo attivo alla messa in atto di un clima di fiducia che potrà arrivare al successo di questo progetto.

35- Il regno del Marocco nutrisce la speranza che le altre parti misureranno il significato e la portata di quest'iniziativa, l'apprezzeranno al suo valore giusto e vi apporteranno un contributo positivo e costruttivo.

Il regno considera che la dinamica generata da quest'iniziativa offre una possibilità storica per regolare definitivamente questa questione".

 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2019