الـعـربية Español Français English Deutsch Русский Português Italiano
domenica 15 settembre 2019
 
 
 
www.sahara-online.net
www.sahara-social.com/it
Dettagli

Washington - per gli Stati Uniti, l'indipendenza non è un'opzione per il regolamento della vertenza attorno al Sahara marocchino, scritto il quotidiano americano "The Wall Street Journal".



In un articolo sembrato domenica, il quotidiano prestigioso US riporta che i responsabili americani che seguono da vicino le discussioni attorno alla questione del Sahara hanno dichiarato che gli Stati Uniti "hanno chiaramente comunicato che Washington non sosterrebbe un piano che mira a creare un nuovo Stato in Africa".

 La situazione di Securità nella regione rende il conflitto un'urgenza da regolare, indica l'autore dell'articolo Dion Nissenbaum, che fa inoltre il parallelo tra la posizione dell'ONU che sostiene la MINURSO ed alcuni responsabili della casa bianca che pubblicano una certa impazienza arguant dell'assenza di sviluppo nel processo politico.

 Ma il rischio di qualsiasi tentativo dérailler il processo onusien rischia di comportare l'insoddisfazione e la stabilità in una delle regioni delle più stabili nei confronti dei numerosi focolari di tensioni e d'instabilità oggi nel mondo.

 "La Minurso dispone di 52 milioni di dollari per mantenere la stabilità, mantenere una tregua in una regione molto difficile", ha dichiarato, a questo scopo, il ministro degli esteri e della cooperazione internazionale, Sig. Nasser Bourita.

 "Nessuno non è morto dalla tregua, il che significa soltanto è la missione di mantenimento della pace più proficua al mondo", ha detto il ministro al quotidiano americano.

In quest'articolo, "The Wall Street Journal" rileva, d'altra parte, la posizione dei responsabili occidentali e marocchini che affermano che privato negli Stati Uniti sostengono il Marocco nei suoi sforzi per trovare un'uscita definitiva a questo conflitto che soltanto è troppo durato su base di una soluzione di compromesso garantisce con il Piano d'autonomia.

 Del resto, è questo sostegno di Washington che ad incoraggiare il Marocco a ritornare alla tavola delle discussioni e rilanciare la dinamica delle tavole rotondo impegnata sotto l'egida dell'ONU in presenza del Marocco, dell'Algeria, della Mauritania e del Polisario.

 Questa dinamica è tale da fare avanzare la cartella ma questa proiezione soffre oggi della situazione in Algeria e della dimissione dell'inviato personale del segretario generale dell'ONU, horst Köhler.

 "The Wall Street journal" ritorna, d'altra parte, sugli sforzi importanti acconsentiti dal Marocco per favorire lo sviluppo della regione del Sahara al favore d'investimenti considerevoli in vari settori.

- Notizia riguardo alla questione del Sahara occidentale/Corcas-
 


 

 Questo sito non è responsabile del funzionamento e del contenuto dei link esterni !
  Copyright © CORCAS 2019